Sistemi di filtrazione per piscine

Cerchi un sistema di filtrazione per la tua piscina? Allora sei nel posto giusto! Che tu stia cercando una pompa con filtro a sabbia o con filtro a cartuccia, o semplicemente dei ricambi o accessori, qua puoi trovare tutto l'occorrente per avere sempre un'acqua cristallina.

Shopping per categoria

Filtrazione: 28 prodotti

Filtri

Tutti i prezzi IVA inclusa

Perché hai bisogno di un sistema di filtrazione per piscina? In cosa differiscono i vari modelli? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi specifici? Ecco alcune risposte:

I sistemi di filtrazione non servono solo per avere acqua pulita

Naturalmente i sistemi di filtrazione nella piscina dovrebbero garantire un'acqua pulita, perlomeno dal punto di vista ottico. La pompa risucchia l'acqua della piscina e la fa passare attraverso un filtro. Nel serbatoio del filtro si trova un mezzo filtrante che trattiene lo sporco. Dopo essere stata filtrata, l'acqua pulita viene re-immessa in piscina, garantendo un'acqua visivamente pulita.

In realtà non si tratta solo di una questione visiva, ma anche di rendere la vita difficile a microrganismi come batteri, virus, alghe e funghi o addirittura di rimuoverli fisicamente dall'acqua della piscina. Poiché alcuni microrganismi, se presenti in quantità sufficiente, possono rappresentare un pericolo per la salute, combatterli non è solo una questione visiva, ma anche di salute.


Perché non va bene semplicemente "inondare" la piscina con il cloro?

In effetti ciò è quello che talvolta viene fatto con le piscine per bambini più piccole. Per quanto riguarda le altre piscine, ci sono alcune persone che aggiungono quantità relativamente elevate di cloro sotto forma di compresse o di granuli. In questo modo l'acqua rimane relativamente pulita per un certo periodo di tempo. Tuttavia, è necessario utilizzare una gran quantità di cloro per litro d'acqua e allo stesso tempo gli orizzonti temporali sono solitamente di pochi giorni, di sicuro non di tre o addirittura sei mesi. Inoltre, un sistema di filtrazione è necessario anche per distribuire uniformemente sia il cloro che eventuali prodotti chimici, come pH- Minus. Miscelare manualmente il cloro in una piccola piscina per bambini è ancora fattibile, ma è estremamente faticoso e difficile farlo in una piscina fuori terra con diverse migliaia di litri d'acqua, soprattutto quando viene utilizzata regolarmente e a lungo termine. Non bisogna poi dimenticare che se le sostanze organiche, che i microrganismi utilizzano come habitat o come cibo, vanno a finire nel filtro, si potrà utilizzare meno cloro e questo sarà anche più efficace. all'interno del filtro è sempre buio perché non penetrano raggi UV nel serbatoio. Questo è importante perché i raggi UV abbattono il cloro rendendolo inefficace. Nel serbatoio della pompa filtro, invece, il cloro lavora con la massima efficienza. Questo vale anche per l'ipoclorito di sodio, che viene utilizzato nelle piscine con acqua salata.


Il sistema di filtrazione della piscina smuove l'acqua: un fattore da non sottovalutare!

In genere raccomandiamo tempi di funzionamento relativamente lunghi quando ci viene chiesto quanto tempo dovrebbe funzionare un sistema di filtrazione. Intendiamoci, non si tratta solo di filtrare quanto più sporco possibile dall'acqua della piscina, ma anche di mantenere l'acqua in movimento. Perché è importante? In primo luogo, il cloro viene sollevato dagli strati più profondi, il che è molto importante in piena estate. Poiché il sole è più forte nei mesi estivi, molti più raggi UV raggiungono l'acqua della piscina. Come abbiamo detto, i raggi UV abbattono il cloro. Se il cloro non fosse costantemente trasportato dagli strati inferiori dell'acqua agli strati superiori mescolando l'acqua grazie al sistema di filtrazione della piscina, ci sarebbe una zona di circa 40-80 cm in cui difficilmente avverrebbe alcuna disinfezione. Ma c'è di peggio!

Acqua stagnante = paradiso per i batteri

Supponiamo che l'acqua della piscina sia a 29 °C in piena estate, non c'è cloro negli strati superiori a causa della radiazione UV in entrata. I batteri hanno bisogno solo di una cosa per moltiplicarsi come non mai: l'acqua stagnante! Infatti, molti microrganismi difficilmente si moltiplicano nell'acqua in movimento.

Alcuni batteri raddoppiano di numero in 15-20 minuti in condizioni "ottimali". Nel peggiore dei casi, una colonia di batteri può raggiungere il trilione (!!!) in sole 13,5 ore. Ecco perché è importante mantenere l'acqua in movimento preferibilmente intorno a mezzogiorno e nel primo pomeriggio, in modo da inibire il più possibile la crescita dei microrganismi.


Quali sono le caratteristiche che rendono buono un sistema di filtrazione per la piscina?

I filtri per piscina a volte differiscono drasticamente tra di loro. In generale, un sistema di filtrazione dovrebbe essere in grado di far circolare l'acqua in una piscina una volta ogni massimo cinque ore. Attenendosi a questa formula, si può facilmente stabilire quale pompa abbia la potenza sufficiente per smuovere l'acqua nella misura necessaria. Anche la miscelazione è un fattore importante: le pompe deboli distribuiscono i prodotti chimici in modo insufficiente e, soprattutto, filtrano a ripetizione solamente l'acqua che si trova vicino alle bocchette d'uscita e di entrata invece di filtrare anche l'acqua dalle zone più lontane. Ecco perché la pressione di un sistema di filtrazione della piscina è molto importante, perché deve fare in modo di spingere lontano l'acqua pulita filtrata e risucchiare l'acqua non filtrata per effetto dello spostamento.

Un sistema di filtrazione per piscina è efficiente se lo è anche il suo mezzo filtrante. In linea di principio, vanno bene tutti i mezzi filtranti come ad esempio sabbia, cartucce, sfere filtranti e simili. Tuttavia, se non si presta attenzione alla condizione del mezzo filtrante o se si ignorano le relative peculiarità, questo può perdere di efficienza. Nel peggiore dei casi, l'effetto filtrante può diminuire oppure il mezzo filtrante può venire contaminato diventando così una vera "fionda" di germi invece che aiutare ad eliminarli.


Sistema a cartuccia o filtro a sabbia?

Sorge spesso la domanda: quale sistema di filtrazione è meglio per la mia piscina? Come abbiamo già spiegato, indipendentemente dal tipo di filtro prescelto, l'importante è che sia abbastanza potente.

Le pompe filtro a cartuccia non godono di una buona reputazione. Ciò è dovuto al fatto che i produttori delle piscine fuori terra includono proprio questo tipo di filtro in diversi dei loro set e solitamente, per motivi di costo, queste pompe filtro sono completamente sottodimensionate in termini di prestazioni. Ciò non significa comunque che siano generalmente inadatte a compiere al loro lavoro. C'è da aggiungere che le cartucce di carta generalmente non occupano completamente lo spazio dell'alloggiamento del filtro. Ciò fa in modo che circa il 5-10% (a seconda del modello) dell'acqua che scorre attraverso il filtro non viene di fatto filtrata. Però i filtri di carta sono estremamente fini e riescono a filtrare anche le particelle più piccole presenti nell'acqua. Un filtro a sabbia, per esempio, non potrebbe farlo. I sistemi a cartuccia sono anche molto economici da acquistare e di solito abbastanza efficienti dal punto di vista energetico in termini di portata. Lo svantaggio è che durante la stagione è necessario acquistare un certo numero di cartucce sostitutive, il che ridimensiona il vantaggio in termini di costi a cui abbiamo accennato.

In breve: se hai un budget limitato, puoi sicuramente scegliere una pompa filtro a cartuccia. In questo caso raccomandiamo un rapporto di 4:1 tra il volume della piscina e la capacità della pompa. Ad esempio, se una piscina ha un volume di 12 m3, il corrispondente sistema di filtrazione a cartuccia dovrebbe filtrare minimo 3 m³ di acqua netti all'ora.

Lordo - netto: attenzione quando si valutano le prestazioni di un sistema di filtrazione per piscine

In generale, i produttori forniscono due specifiche di prestazione: le prestazioni lorde della pompa e le prestazioni nette del filtro, rapportate entrambe all'ora. Le prestazioni lorde della pompa non tengono conto dei dislivelli e si applicano anche nel caso in cui non sia utilizzato alcun mezzo filtrante. In pratica il valore lordo è del tutto irrilevante per la maggior parte delle situazioni. Sicuramente è un dato che si può sfruttare per la pubblicità, ma è inutile per valutare come funzioni effettivamente un sistema di filtrazione in condizioni reali. Prima di tutto dobbiamo considerare la capacità del mezzo filtrante e poi bisogna ricordare che un dislivello di circa 50-70 cm è del tutto normale per le piscine fuori terra: la pompa viene solitamente posta a terra, mentre gli attacchi di ingresso e di uscita si trovano ubicati più in alto. Questi fattori vanno incidere sulla performance netta. Quindi ciò di cui dobbiamo tenere conto sono le prestazioni nette per valutare adeguatamente un sistema di filtrazione per la piscina.


La pompa filtro a sabbia è il miglior sistema di filtrazione per una piscina?

A condizione che il filtro a sabbia abbia una capacità netta sufficiente, può essere sicuramente un'ottima scelta. Si può scegliere come mezzo filtrante sia la sabbia che le sfere filtranti. Entrambi questi mezzi filtranti possono essere validi. Per informazioni più approfondite è possibile dare un'occhiata al nostro pools.magazine. Se l'obiettivo è quello di mantenere il fabbisogno di cloro il più basso possibile, è consigliabile la combinazione di sabbia e flocculante. Ciò permette di filtrare il numero massimo di particelle di sporco dall'acqua e rimuoverle in modo permanente dal ciclo dell'acqua della piscina mediante il controlavaggio. In questo modo si può ridurre significativamente la necessità di cloro. Ma i flocculanti funzionano al meglio solo con una configurazione di installazione molto buona. Se il serbatoio del filtro a sabbia non è molto grande rispetto alla pompa, le sfere filtranti costituiscono spesso la scelta migliore.

? Suggerimento: nella guida Quale filtro a sabbia è adatto per la mia piscina? puoi trovare maggiori informazioni relative ai sistemi di filtrazione a sabbia.